Fed, Momento Decisivo

Aspettando la Federal Reserve

Spot EurUsd: 1.1300

Scala temporale Giornaliera: Supporti (1.1085, 1.0847, 1,0808) Resistenze (1.1450, 1.1711, 1.2095)

Strategia: Rimanere long EurUsd

Stop loss: 1.1085

Take profit: 1.1450

Fed, Momento Decisivo

Entriamo nella settimana più importante dell’anno, quella in cui la Federal Reserve dovrà decidere cosa fare sui tassi o quanto meno dare un’indicazione in tal senso. Miss Yellen a nostro modo di vedere si è infilata in un percorso molto accidentato nel quale c’è il serio rischio di produrre effetti collaterali. Se giovedì 17 la Fed alzerà i tassi i capitali aumenteranno il loro deflusso da un mondo emergente già in difficoltà per tornare in USA, ma soprattutto il Dollaro potrebbe trovare un’altra gamba di rafforzamento che potrebbe essere fatale per quei paesi (Turchia, SudAfrica, Brasile) con un elevato indebitamento in biglietti verdi. Mettere in moto un rialzo (probabilmente seguito da altri) in un momento di rallentamento economico mondiale potrebbe rappresentare una fonte di destabilizzazione notevole. Non fare nulla d’altro canto, dopo mesi in cui la Fed ha preparato i mercati ad una stretta, potrebbe creare un alone di sfiducia attorno alla più importante banca centrale del mondo dalle conseguenze difficilmente prevedibili.

In settimana avremo anche diverse informazioni macro (vendite al dettaglio, produzione industriale e inflazione tra le più importanti) che potrebbero alimentare una volatilità prevedibile su EurUsd sia prima che dopo il FOMC.

EurUsd, una Lunga fase di Attesa

Dal punto di vista tecnico è solo trading range. Se prendiamo il Dollar Index notiamo il persistere di un classico triangolo di continuazione che, dopo il falso segnale di agosto, rimane sempre al di sotto di supporti e resistenze chiave. Sappiamo che area 93 e area 98 rappresentano i punti di svolta ma fino a quando non si uscirà da qui è difficile fare previsioni.

2015-09-14 doller index

Grafico 1 – Sul Dollar Index sono ben chiari i supporti chiave.

Per EurUsd vale lo stesso discorso con 1.08 e 1.14 a fare da dighe contro ogni movimento direzionale. Di nuovo sotto pressione la media mobile a 200 giorni, ma è evidente che solo delle decisioni concrete della Fed muoveranno le acque. Una salita sopra 1.14 sarebbe fatale all’Euro che potrebbe salire fino a 1.20/1.22, crediamo a quel punto in un contesto di politica monetaria americana che rimanderà ogni decisione per diversi mesi.

Viceversa uno sfondamento di 1.08 sancirà l’esaurimento di ogni velleità per l’Euro aprendo le porte ad un’inevitabile parità con il Dollaro.

2015-09-14 eurusd

Grafico 2 – EurUsd stretto nella morsa compresa tra 1.08 e 1.14.

Markets
Visita Opinione

eToro
Visita Opinione

24Option
Visita Opinione

Plus500
Visita Opinione

Servizio CFD. L'80,6% perde denaro