Analisi Tecnica EurUsd 12 Ottobre 2020 – Caos Elettorale Americano

Data analisi: 13 Ottobre 2020 spot EurUsd: 1.1810
Scala temporale Giornaliera: Supporti (1.1610, 1.1500, 1.1422) Resistenze (1.1870, 1.1910, 1.2000)
Strategia: Long a 1.1610
Stop loss: 1.1510
Take profit: 1.1910

Go Biden go

Trump ritorna in campo dopo la breve parentesi di degenza ospedaliera per Covid e subito offre ai mercati la sponda per vendere, anzi no per ricomprare. Non sono impazzito ma è esattamente quello che si è visto negli ultimi giorni con dichiarazioni contradditorie. Prima Trump nega che saranno approvati aiuti alle famiglie ed imprese prima delle elezioni scatenando l’ira della Fed e di Powell che ha espressamente chiamato in causa la politica visto che la banca centrale sta già facendo il massimo. Ci saranno conseguenze tragiche se il Congresso non saprà intervenire ha tuonato Powell. Poi Trump ha parzialmente rivisto le sue posizioni ma il Covid 19 dilaga ed il Congresso ancora non ha deciso nulla.

Quello che abbiamo visto la settimana scorsa è probabilmente la battaglia sulla quale si giocheranno democratici e repubblicani la vittoria elettorale del 3 novembre. Di riflesso anche l’andamento del Dollaro in questa fase di incertezza stenta a prendere una direzione precisa anche se la debolezza rimane la strada più probabile ed auspicabile visto l’imponente deficit commerciale accumulato dagli americani. Peccato per poco non essere riusciti ad entrare long.

I sondaggi elettorali continuano a dare Biden favorito e l’assenza di un confronto tv potrebbe privar Trump di quell’arma comunicativa che ha fatto la sua fortuna nel 2016.

Elezioni e Covid 19 rimangono quindi due fattori di incertezza negli Stati Uniti che potrebbero permettere una prosecuzione di quel trading range di EurUsd che ormai da un po’ sembra essersi radicato sui mercati.

In Europa la Presidente della BCE Lagarde ha confermato che la banca centrale è pronta ad iniettare nuove risorse fresche sui mercati per stimolare l’economia. Lagarde ha ammesso che questa seconda ondata di contagi richiede nuove iniziative e la BCE per questo sta analizzando altre modalità di intervento come incrementare il piano PEPP nel quarto trimestre. Il Recovery Fund è affare 2021 ed il Vecchio Continente colpito duro questa volta in Spagna e Francia, rischia un’altra stagione glaciale per effetto del virus.

L’Euro ci riprova

Dal punto di vista tecnico EurUsd sembra aver chiuso quel mini rally ribassista che aveva caratterizzato il mese di settembre. La violazione della down trend line apre le porte ad un nuovo possibile tentativo di andare verso 1.20, che continua a rappresentare lo spartiacque decisivo per i prossimi scenari di mercato.


L’ADX è un indicatore che ci può dire quando una maggiore direzionalità prenderà possesso del mercato. Manca poco per raggiungere i livelli infimi di maggio, mese nel quale la volatilità la fece da padrona facendo uscire dallo stallo EurUsd. Non facciamo fatica a pensare che saremo a quel punto in zona elezioni.

2020-10-12 EurUsd (grafico daily)
EurUsd (grafico daily) – ADX sempre più depresso

Chi pensa ad un punto di svolta primario di EurUsd dovrà aspettare il 2022, anno nel quale pensiamo che un massimo di spessare fermerà la svalutazione del biglietto verde. Il ciclo a 34 mesi è infatti abbastanza preciso nell’intercettare top/bottom primari ed i casi precedenti lo confermano. Ovviamente non sappiamo se quello del 2022 sarà un massimo o un minimo, ma sulla base dei dati fondamentali espressi dagli Stati Uniti in questo momento ci stupirebbe se fra 2 anni EurUsd fosse più vicino alla parità che non a 1.30.

2020-10-12 EurUsd (grafico monthly)
EurUsd (grafico monthly) – ciclo 34 mesi

Plus500
Visita Opinione

Servizio CFD. 76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro.

eToro
Visita Opinione