Che sorpresa il mercato del lavoro americano!

Spot EurUsd: 1.1350

Scala temporale Giornaliera: Supporti (1.1150, 1.1000, 1.0823) Resistenze (1.1445, 1,1536, 1.1614)

Strategia: Short EurUsd

Stop: 1.1614

Take profit: 1.1150

Carte di Nuovo Rimescolate sui Tassi

Il mercato stava cominciando a posizionarsi per l’evento clou di giugno, ovvero il FOMC del 15 giugno, quando il pessimo dato sul mercato del lavoro americano ha rimescolato le carte. In una sola seduta EurUsd è passato dai supporti di 1.11 ad area 1.14, colpendo il nostro stop loss e chiudendo in pareggio la posizione short. E’ abbastanza imbarazzante per la Yellen quello che è successo anche perché ora la Fed appare in difficoltà. Dopo tutta la retorica dei giorni scorsi o alzerà i tassi a luglio oppure sarà costretta a rimandare tutto a dopo le elezioni presidenziali. Ma se questo dovesse essere lo scenario, ci troveremmo di fronte ad un vero e proprio smacco in termini di credibilità. Possibile che il dato sul mercato del lavoro di venerdì risulti essere un incidente di percorso ed è anche probabile che la Fed voglia attendere l’esito della Brexit con il referendum previsto per il 23 giugno. Rimaniamo perciò convinti che a luglio la stretta sui tassi ci sarà e per questo rientriamo short su EurUsd.

Chi invece starà a guardare sarà la Bce. Draghi la settimana scorsa ha ribadito che la politica monetaria è al lavoro e che gli effetti su crescita ed inflazione, seppur blandi, stanno lentamente cominciando a vedersi. Se la Fed dovesse alzare i tassi farebbe un favore all’Europa per effetto di un proseguimento nella svalutazione del cambio. Piuttosto preoccupa l’opera di svalutazione cinese che di fatto rischia di esportare deflazione in tutto il mondo.

Ottimo Lavoro Area 1.11

Tecnicamente fino a venerdì la situazione di EurUsd non sembrava essere molto diversa da quella del 2015. Risalita da area 1.05 a area 1.16 con successivo test della trend line rialzista. Il tutto in un contesto di ipervenduto di Rsi.

L’incidente macro economico di venerdì ha però allontanato il rischio di break ribassista di 1.11, il vero e proprio trigger che avrebbe fatto scattare un più marcato calo da parte di EurUsd. A spanne gli obiettivi sembrerebbero identici con le 5 figure coperte finora verso il basso che verrebbero traslate fino a 1.05/1.06. Appuntamento rimandato ma è evidente come a questo punto la linea di resistenza chiave nei prossimi giorni tenderà a salire, incastrata tra la media mobile a 1 anno (linea verde) e la trend line rialzista.

2016-06-07-eurusd-rsi

Grafico 1 – 2015 e 2016, grafici identici…fino a venerdì scorso.

Tutto rimandato quindi e la conferma arriva dal grafico giornaliero basato sulla tecnica Ichimoku. In un colpo solo allontanato il pericolo di inversione e tendenza salva. A questo punto la lagging line (linea blu) sembra indicare ancora 3-4 sedute di rialzo prima di un nuovo affondo verso il basso. Per questo ritentiamo lo short fissando lo stop sopra al massimo del 3 maggio a 1.1614.

2015-06-07-eurusd-ichimoku

Grafico 2 – qualche seduta di rialzo e poi dovremmo assistere ad una ripresa del ribasso per EurUsd.

Markets
Visita Opinione

eToro
Visita Opinione

24Option
Visita Opinione

Plus500
Visita Opinione

Servizio CFD. L'80,6% perde denaro