Analisi Tecnica EurUsd 27 Marzo 2017

Spot EurUsd: 1.0860

Scala temporale Giornaliero: Supporti (1.0760, 1.0720,1.0600) Resistenze (1.0907, 1.0972, 1.1147)

Strategia: Short a 1.0860

Stop loss: 1.0972

Take profit: 1.0600

Preso profitto a 1.0820, il nostro trade cambia lato e diventa short. Continuiamo a scommettere sul proseguimento del trading range.

Il Differenziale Tassi Usa-Germania Guida il Rialzo del Cambio e il Trump Trade Svanisce

La settimana non ha fornito grandissimi spunti macro economici, quanto piuttosto movimenti di prezzo di alcune asset di una certa portata che di fatto hanno portato all’esaurimento del Trump Trade in accelerazione dopo la mancata abolizione dell’Obama Care. Il mercato si era mosso in avanti in modo troppo ottimistico e così sono arrivati i movimenti di segno opposto rispetto a quello che si è visto da novembre in avanti. Ad esempio il petrolio, che è scivolato sotto quota 47$ al barile, oppure lo Yen, tornato molto forte contro Dollaro, o ancora l’oro risalito fino a 1260$. Per quello che riguarda nello specifico EurUsd sono soprattutto i ribassi dei tassi a lunga statunitensi (il TBond a 30 anni è tornato sotto al 3%) uniti ad un differenziale di rendimento rispetto al Bund tedesco in contrazione a 200 punti base, ad aver guidato il ribasso del biglietto verde. Bene per il nostro trade long che ha colpito in pieno il livello di take profit. Rimangono perplessità sul biglietto verde nel medio periodo, ma nel breve l’analisi tecnica ci sta indicando una sequenza di resistenze che potrebbero privare il cambio di una rottura verso l’alto di portata notevole.

Tornando però ai fattori non tecnici, rimane grande attenzione a come si muoveranno le Banche Centrali nei prossimi mesi. La Federal Reserve è condannata a far salire i tassi se vorrà mantenere il Dollaro forte, d’altro canto la Bce non può ignorare i segnali che arrivano dall’economia tedesca. Il ribasso del petrolio potrebbe aiutare la Bce a rimandare un tapering più consistente dando così ragione a Draghi circa la provvisorietà della fiammata inflattiva degli ultimi mesi.

Cavalcare il Trading Range

L’analisi tecnica sembra suggerire l’opportunità di un top di breve periodo. EurUsd ha toccato in modo preciso le resistenze. Dalle parti di 1.087 troviamo la media mobile a 200 giorni e la trend line che unisce i massimi decrescenti da maggio 2016; sempre da queste parti troviamo il minimo di giugno 2016. Se a questo aggiungiamo oscillatori di breve piuttosto tirati lato ipercomprato il risultato è quello di un tentativo di andare short che proponiamo questa settimana. Lunedì il mercato è andato leggermente oltre le resistenze, ma il vantaggio di uno stop loss piuttosto ravvicinato rispetto ad un obiettivo di profitto più ambizioso ci spinge a provare il trade.

2017-03-27-eurusd-oscillatori-medie-mobili

Grafico 1 fonte Bloomberg – Oscillatori e medie mobili consigliano lo short EurUsd.

Questa settimana vogliamo anche presentare un interessante ciclo temporale che accompagna EurUsd ogni 44 settimane. Come si vede dal grafico, a fine 2016 è stato intercettato un bottom primario con il prossimo appuntamento fissato attorno alla fine di settembre 2017. Questo elemento non offre indicazioni di timing, ma ci dice che EurUsd potrebbe ancora per un po’ muoversi nella direzione opposta al trend ribassista precedente. Un memo per l’autunno quando lato long o short (non sappiamo se il ciclo intercetterà un massimo o un minimo) si presenterà comunque un’occasione piuttosto importante capace di dare direzionalità al mercato.

2017-03-27-eurusd-ciclo-44-settimane

Grafico 2 – il ciclo a 44 settimane ci dice che a fine settembre assisteremo ad un top/bottom primario.

Markets
Visita Opinione

eToro
Visita Opinione

24Option
Visita Opinione

Plus500
Visita Opinione

Servizio CFD. L'80,6% perde denaro