Analisi Tecnica EurUsd 26 Giugno – 2017

Spot EurUsd: 1.1180

Scala temporale Giornaliero: Supporti (1.1110,1.1020,1.0933) Resistenze (1.1300, 1.1365, 1.1410)

Strategia: Flat – Short a 1.1290

Stop loss: 1.1410

Take profit: 1.1020

* Manteniamo in essere la strategia attendista cercando di cogliere un livello di ingresso short più elevato di quello attuale.

Forse non ci Saranno Altri Rialzi nei Tassi in USA

I mercati stanno via via abbandonando ogni ipotesi di rialzo dei tassi in America nella seconda parte del 2017. Poco più del 30% degli analisti propende per un incremento del costo del denaro ed il crollo dell’indice CESI (Citigroup Economic Surprise Index) che misura le sorprese macroeconomiche, sembra confermare che un rallentamento economico in terra statunitense è in atto. Quindi negatività per il Dollaro? No semplicemente il mercato adesso è ripulito di ogni forma di speculazione sui tassi con Miss Yellen che difficilmente potrà sostenere una politica più restrittiva sul costo del denaro.

Lo stesso può dirsi per la zona Euro dove le parole di Draghi hanno allontanato per il momento ogni forma di possibile variazione nella politica monetaria di Francoforte e la dinamica dell’inflazione sembra confermare le previsioni di super Mario. Nel mese di luglio le due banche centrali torneranno ad incontrarsi prima della pausa estiva ma è chiaro come la curva dei rendimenti sta esprimendo con chiarezza una decelerazione economica con la quale un Trump un po’ meno pimpante nelle ultime settimane dovrà fare i conti.

Tracciata una Linea di Resistenza Importante

Dal punto di vista tecnico EurUsd sembra aver trovato una solida base di resistenze in area 1.13. La contrazione della volatilità è evidente anche osservando un grafico daily basato sulle Bande di Bollinger. L’ampiezza delle stesse si è infatti ridotta ai minimi termini, un contesto simile a quello di ottobre 2016. Anche in quel caso il mercato si mosse in laterale per qualche settimana testando diverse volte la lower band prima di prendere con decisione la strada del ribasso. Tecnicamente una rottura netta di area 1.11 potrebbe rappresentare un primo forte segnale bearish.

2017-06-26-eurusd-bande-bollinger

EurUsd grafico daily – Sollecitata la lower bande di Bollinger

L’Rsi in questo momento rappresenta una degli oscillatori che teniamo sotto maggiore attenzione perché proprio da qui potrebbero giungere i segnali anticipatori di una fase di rafforzamento del Dollaro. Come si vede dal grafico, mentre il cambio è lontano dai supporti chiave di 1.08 , l’Rsi è a ridosso dei supporti. Uno sfondamento verso il basso della linea dell’oscillatore preluderebbe ad un ribasso di EurUsd almeno fino ai supporti sopra citati.

2017-06-26-eurusd-rsi

EurUsd grafico daily – Attenzione al RSI

Markets
Visita Opinione

eToro
Visita Opinione

24Option
Visita Opinione

Plus500
Visita Opinione

Servizio CFD. L'80,6% perde denaro